In due minuti vi raccontiamo l’Art Nouveau, movimento artistico che condizionò l’architettura, la pittura e il design a cavallo tra due secoli.

Casa Fenoglio-Lafleur a Torino,
Casa Fenoglio-Lafleur a Torino, edificio progettato nel 192 dall’architetto Pietro Fenoglio (Foto: http://www.italialiberty.it)

Chiarisco subito una cosa: non c’è una vera e propria differenza tra Art Nouveau e Stile Liberty. Più semplicemente, “stile Liberty” è il nome che è stato dato in Italia all’Art Nouveau, visto che questa corrente artistica (ma non solo) ha origini francesi. Ovviamente ci sono differenze tra lo sviluppo di questa corrente nelle diverse nazioni, ma i due termini possono essere considerati sinonimi.

Lasciando da parte questa noiosa digressione proviamo a immergerci nell’atmosfera di quegli anni, tra signore eleganti con delicati ombrellini bianchi, uomini a passeggio con cilindro e bastone, viaggi in mongolfiera, romanticismo esasperato e fiducia sconfinata nel progresso. Un’epoca ovattata (almeno per chi poteva permetterselo) in cui i  più sensibili sognavano viaggi e mondi lontani, nello spazio e nel tempo.

L’ART NOUVEAU E LO STILE LIBERTY: STORIA E CARATTERISTICHE RIASSUNTI IN DUE MINUTI (DI ARTE)

1. L’Art Nouveau (“Nuova Arte”) è un movimento artistico-filosofico che nasce in Francia tra la fine dell’Ottocento e le prime decadi del Novecento e si diffonde in tutta Europa con nomi diversi nelle diverse nazioni: in Italia, ad esempio, l’Art Nouveau è conosciuta come “Stile Liberty”. Il periodo storico dell’Art Nouveau coincide con quella che viene ricordata come la “Belle Époque”.

2. Da un punto di vista visivo, le opere dell’Art Nouveau (dipinti, statue, architetture) sono caratterizzate da un’accentuata eleganza decorativa e da linee dolci e sinuose che si incontrano e si intrecciano armoniosamente.

3. L’Art Nouveau si ispira alla natura stilizzandone gli elementi, tanto che in Italia lo stile Liberty è conosciuto anche come “Stile floreale”. Tra i precursori dell’Art Nouveau in Europa c’è sicuramente l’architetto catalano Antoni Gaudì, le cui strutture riprendono temi naturali come rami, grotte e ossa.

Antoni Gaudì, Casa Batlló, Barcellona
Antoni Gaudì, Casa Batlló, Barcellona (Autore foto: Tato Grasso –> CC BY-SA 2.5)

4. In letteratura l’Art Nouveau si afferma con romanzi che alludono a mondi lontani nello spazio (Estremo Oriente) e nel tempo (medioevo cavalleresco). In generale la letteratura di questo periodo rigetta il realismo e il pensiero scientifico per seguire mondi onirici, folli e visionari.

5. In Italia il nome “liberty” deriva da quello dei magazzini fondati a Londra nel 1875 da A. Lasenby Liberty, specializzati nella vendita di prodotti provenienti dall’estremo oriente. Una delle caratteristiche chiave dell’Art Nouveau infatti è il fascino per terre lontane e misteriose.

6. È uno stile che riguarda pittura, disegno, architettura ma anche design e artigianato. L’Art Nouveau nasce come reazione alla produzione industriale di oggetti in serie resa possibile dai processi di automazione di fine Ottocento. Per fuggire alla massificazione del prodotto, gli artisti dell’Art Nouveau lo innovavano, lo abbellivano con un tocco personale per renderlo unico.

Biscuits Lefèvre-Utile by Alphonse Mucha (1896)
Biscuits Lefèvre-Utile, manifesto pubblicitario di Alphonse Mucha (1896)

7. Nonostante questa critica alla produzione industriale di massa, gli artisti dell’Art Nouveau sono stati i primi in assoluto a prestare la loro opera per la creazione di manifesti e locandine pubblicitarie che oggi sono considerate vere opere d’arte (vedi sopra).

8. Icona  dell’Art Nouveau (e della Belle Epoque) è la famosa insegna del locale di Montmartre Le Chat noir, opera di Théophile Alexandre Steinlen, artista di Montmartre e amico del pittore Toulouse-Lautrec.

Théophile-Alexandre Steinlen, Tournée du Chat Noir
Théophile-Alexandre Steinlen, Tournée du Chat Noir, 1896. Litografia a colori, 40 × 62 cm, Museo Van Gogh, Amsterdam

9. Altri artisti noti legati all’Art Nouveau sono il già citato Antoni Gaudì, Gustav Klimt e l’architetto italiano Pietro Fenoglio.

10. In Italia è possibile ammirare molte villette in stile Liberty sulla riviera romagnola, dove le famiglie facoltose costruivano le proprie case per le vacanze. Per saperne di più vi consiglio di visitare il sito Italia Liberty di Andrea Speziali, che raccoglie minuziosamente tutte le testimonianze del Liberty in Italia, ordinandole per regione.

“La bellezza terrificante e commestibile dell’architettura dell’Art Nouveau.” (Salvador Dalì)

Manifesto dell'esposizione universale di Torino del 1902
Manifesto dell’esposizione universale di Torino del 1902
Annunci

5 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...